21°
28/03/2014
23°
29/03/2014
23°
30/03/2014

Accommodation

Giorno Mese Anno
Notti Persone Bambini
Es.1,2



Pacchetti offerte



Mountain & GardaBike > Brentonico Rovereto > Tours

Brentonico – Altissimo

GPX DOWNLOAD Lunghezza : 28 Km - Dislivello : 1170 m


Il percorso si articola, in gran parte, nella porzione sommitale del Monte Baldo settentrionale. Gli scorci paesaggistici sul Lago di Garda, sulle Dolomiti, sulle Alpi Retiche e sulle Prealpi Trentine, Venete e Lombarde sono unici e straordinari. Nelle giornate più limpide il panorama diventa da favola: si riesce, infatti, a vedere la Pianura Padana fino agli Appennini Tosco-Emiliani. La flora baldense, che impreziosisce e colora i numerosi ambienti che si attraversano, è ricca di magnifiche specie di grande valore scientifico, alcune delle quali risalenti al periodo pre-glaciale. Con il Quaternario, infatti, il Monte Baldo, venne a trovarsi in una situazione privilegiata rispetto ai massicci montuosi più settentrionali. Le sue vette non furono completamente coperte dai ghiacci, che qui superavano i 1600 m di quota, ma costituirono delle isole di rifugio (nunatakker) per molte specie, che, allo sciogliersi del ghiaccio, non riuscirono a colonizzare nuovi territori, rimanendo relegate alle zone sommitali. Un esempio importantissimo di isolamento e successiva speciazione è rappresentato dal Callianthemum kerneranum, una specie presente al mondo, solo sul Monte Baldo.

Il percorso parte dalla località Festa, che si trova a 2 km dall’abitato di Brentonico. Lasciato il parcheggio alle vostra spalle prendete la strada asfaltata in salita. Si pedala per un tratto su fondo asfaltato per poi avere un fondo stradale cementato. Il tratto sterrato una volta abbandonato il cemento è per un tratto ben pedalabile fino a quando siete obbligati a portare la bici in spalla per un breve tratto. Al termine di questo, riprenderete a pedalare su di un tratto in falso piano fino a giungere alla località di S. Giacomo di Brentonico. Qui trovate due fontane per dissetarvi e l’omonimo Hotel dove potete gustarvi succulenti piatti tipici. A questo punto andate diritti seguendo le indicazioni per San Valentino, nota località sciistica della zona, seguendo lo indicazioni per il Monte Baldo.  Giunti al passo di San Valentino potete tirare il fiato per poco, la strada dopo un tratto pianeggiante riprende a salire.

Il fondo stradale è sempre asfaltato. Attraverserete due brevi gallerie. Salendo potete notare alla vostra sinistra il Rifugio Fos-ce dove potete formarvi e assaporare i cibi tipici della tradizione trentina. La strada sale sempre costante fino a giungere al Rifugio Graziani. Giunti a questo punto si abbandona l’asfalto e inizia lo sterrato. Questa parte di percorso è su fondo sterrato, la strada è in salita con tratti pedalabili e tratti non pedalabili, comunque la salita merita per i panorami. La Val Lagarina e il lago di Garda la fanno da padroni. Sulla sommità della montagna si trova il Rifugio Altissimo Damiano Chiesa gestito dalla guida alpina Danny Zampiccoli.

Al Rifugio potete trovare ristoro e assaggiare i piatti tipici della tradizione trentina.  Da questo punto inizia un tratto in discesa assai difficile, quindi se non siete discesisti esperti vi consigliamo di affrontare questo tratto portando la bici. Dopo il primo tratto di discesa assai difficile su sassi potete riprendere a pedalare su un tratto erboso pianeggiante. Al termine di questo tratto troverete una zona dove dovete far attenzione a scendere e anche in questo caso usate il buon senso. Dopo questo tratto potrete riprendere a pedalare fino a giungere in una zona pianeggiante. Siete ad un bivio.

Alla vostra sinistra una strada forestale in discesa, voi tenete a destra, siete nella località Varagna. Scendete per il prato quindi troverete una strada forestale che vi porta fino a Malga Campei punto di ristoro con una favolosa visuale sulla valle sottostante. Dal Rifugio si scende per strada a volte sterrata a volte cementata fino a giungere sulla “strada brentegana”.Al bivio girate a destra, si pedala su fondo sterrato fino a giungere in località Festa di Brentonico punto di partenza e di arrivo del percorso.